Attualmente i progetti dell'Associazione sono:

Accoglienza

Ogni anno circa 24/25 bambini vengono accolti nelle famiglie che si rendono disponibili. Oggi i primi ragazzi del progetto, sono quasi tutti maggiorenni, mantengono comunque un rapporto di amicizia con la famiglia e con l’associazione e quando è possibile vengono in vacanza.
Ogni anno una delegazione dell’associazione si reca in Russia per verificare le varie iniziative, ma sopratutto le ricadute del progetto accoglienza sui ragazzi; ci si incontra con i responsabili degli istituti e/o delle famiglie naturali o affidatarie e ci si confronta sul processo di crescita dei ragazzi e su eventuali strategie da adottare per un sostegno più efficace.

Studio e formazione professionale

Nel 2004 la Regione Liguria ci ha erogato un contributo di €14000 grazie al quale si è potuto avviare il progetto studio che ha visto coinvolti due ragazzi: una minorenne iscritta al corso professionale di ristorazione, all’Istituto Don Bosco ed un ragazzo iscritto alla Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Genova.
Oggi la ragazza ha completato il corso di formazione e dopo un periodo di attività come apprendista in Italia, è rientrata in Russia dove lavora; a settembre 2007, un’altra ragazza si è inserita nel nostro progetto iscrivendosi alla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. A settembre 2010 si inseriranno altri due ragazzi, uno all’università e l’altra in un corso di formazione professionale. Questo, non perché in Russia non ci siano scuole o centri di formazione, ma perché questi ragazzi, una volta lasciato l’istituto rischierebbero di ricadere nella situazione di degrado e di emarginazione da cui sono stati allontanati.
La nostra presenza può, invece, aiutarli nel periodo delicato dell’adolescenza ad acquisire la giusta autostima e la fi- ducia in un futuro più sereno e dignitoso.

Sostegno agli istituti

Il terzo progetto è il sostegno agli istituti in cui vivono i ragazzi, attraverso interventi strutturali come:
- la costruzione di serre per laboratori agricoli;
- le cabine doccia, l’impianto idraulico e di riscaldamento;
- la donazione di un minibus;
- la ristrutturazione del teatrino;
- corsi di formazione per il personale educativo.
Tante altre iniziative sono state intraprese e sono tuttora in corso, in particolare, lo scambio culturale tra noi, alcune scuole della nostra città e i due istituti russi con i quali collaboriamo. Nel corso dei nostri viaggi in Russia abbiamo avuto modo di capire e comprendere sia quali sono le cose che abbiamo in comune, sia le differenze culturali con i nostri amici russi, è per questo che riteniamo la conoscenza reciproca un elemento essenziale per il consolidamento e lo sviluppo della collaborazione e della nostra amicizia, che deve basarsi sul riconoscimento ed il rispetto profondo della cultura di entrambe le parti. Lavorando, studiando e vivendo insieme i popoli della terra potranno davvero sperare nella costruzione di un mondo migliore, basato sulla pace, la solidarietà e sull’amore fraterno.